Weekend amaro per i Marines.

Nulla e’ andato per il verso giusto questo weekend per i laziali; due sconfitte rimediate in trasferta ed ancora molto su cui lavorare per i nostri ragazzi e ragazze se vogliono accedere alla post season.

Si comincia a Bologna sabato sera, per l’esordio stagionale delle Marines; c’e’ molta aspettativa riguardo a questa squadra che ha aggiunto pezzi interesanti al roster ed ha rinnovato gran parte del coaching staff. Le avversarie sono le Underdogs, unione fra le Neptunes Bologna e Fenici Ferrara, un team solido e ricco di talento.

La gara inizia subito male, l’attacco non gira e le bolognesi macinano terreno con un gioco semplice ma efficace. Il primo tempo e’ disastroso e chiude di fatto la gara con le nostre sotto di 27 a zero; il quarterback laziale Giulia Fanella cerca con lanci e corse personali di trascinare la squadra ma nulla riesce.

Il secondo tempo inizia con la ricezione in meta di Pelonzi, che toglie lo zero dal tabellino delle laziali ma il quarto quarto è di nuovo tutto bolognese con il risultato che si fissa sul 41 a 7 finale.

Ora due settimane di pausa per riorganizzarsi e correggere i moltissimi errori, poi il 7 maggio, in casa, arrivano le Sealights e ci sara’ da fare risultato assolutamente.

La domenica e’ invece il turno sei senior che a Parma giocano un ottimo primo tempo, dominando la scena ma concedendo agli avversari una meta in seguito ad un fumble di Peyton su ritorno di punt, un leitmotiv che segnera’ il destino dei nostri a fine giornata. Segnano Piredda e Biancalana su lancio di Brown e si va al riposo sul 12 a 10 per i nostri.

Nel terzo quarto accade il disastro, una serie tremenda di errori e distrazioni, tra cui due lanci lunghi concessi a Polidori, un intercetto riportato in meta da Alinovi ed un fumble sulle nostre 10 di Biancalana su ritorno di kickoff permettono ai Panthers, assolutamente sempre concentrati e cinici, di segnare 28 punti. A nulla serve il tentato recupero con le mete di Biancalana ancora e Peyton per due volte, su corsa e ritorno di fumble.

Termina 30 a 41, con l’amaro in bocca per aver ancora come ad Ancona lasciato scappare un risultato che era alla nostra portata.

Ora settimana breve a causa delle feste e poi si parte per Bolzano dove domenica ce la dovremo vedere con i Giants.

Sara’ anche questo uno scontro durissimo, ma siamo vicini e continuando a lavorare come stiamo facendo i risultati arriveranno.

Fight On!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...