Luci ed ombre nell’esordio dell’U17.

Diciamo subito che i ragazzi ce l’hanno messa tutta domenica, ma vuoi la tensione per l’esordio, vuoi la transizione dal football con contatto al flag, i biancocelesti si sono complicati la vita fino a perdere il secondo incontro del torneo ai supplementari.

Nulla di compromesso in chiave post season, ma fra 3 settimane a Napoli non si dovra’ piu’ sbagliare.
Ma passiamo alla cronaca dei match. Il primo vedeva i nostri ragazzi con Niccolo’ Conteddu in cabina di regia affrontare gli 82ers Napoli, gia’ reduci da una sonora sconfitta rimediata nella gara inaugurale del torneo dai padroni di casa della RSF. I laziali, nel primo tempo, stentano ad imporre il proprio gioco e lasciano spazio ai bravi corridori partenopei che segnano ripetutamente. Nella ripresa pero’, i ragazzi di coach Pacelli si riscuotono e chiudono il match con una buona combinazione di lanci e cavalcate in meta.
La partita che chiude il triangolare e’ l’atteso derby fra i rossioro di coach Pistone ed i nostri; incontro difficile perche’ il quarterback dei cugini romani e’ il bravissimo Croppenstedt, che e’ stato uno dei migliori passatori della scorsa stagione U19.
Si inizia ed i Marines segnano e giocano bene anche in difesa, ma un paio di episodi a meta’ tempo ed allo scadere fanno intravedere cosa accadra’. Il primo e’ il touchdown rocambolesco messo a segno dalla RSF su un pallone che rimbalza sulle mani protese di Fedeli e finisce dritto in braccio al ricevitore avversario. Il secondo episodio e’ l’espulsione di Mannato, fuoriclasse dei biancocelesti, per fallo di reazione.
Nel secondo tempo pero’ i laziali giocano molto bene e riescono a portarsi in vantaggio ad un minuto dal termine dell’incontro. Purtroppo una serie di falli regala palla ai rossioro che al quarto down trovano il ricevitore libero in meta.
Si va ai supplementari ed anche in questo caso, al quarto down i nostri cadono ancora e concedono la segnatura che vale l’incontro.
C’e’ ancora parecchio da lavorare sulla concentrazione e sulla calma in campo, troppe distrazioni e stuidaggini che hanno dato linfa vitale agi avversari. Il talento di questa squadra è innegabile ma non basterá a portare questi ragazzi fino a dove vorrebero.

Buone le prestazioni di Elisio e Sartor in difesa, Conteddu ha fatto vedere sprazzi di ottimo gioco ma deve essere piu’ attento a dove lancia, bravo anche il solito Michalak.
Fight On! Work Harder!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...