Una partita epica dal finale amaro.

E’ stata una gara di quelle che rimangono nella memoria. Certo dispiace e molto per esserne usciti sconfitti, ma quello che i presenti ricorderanno per tutta la vita sono i compagni con i quali hanno condiviso questo pomeriggio, il freddo glaciale, la nebbia fittissima, le emozioni delle segnature e la frustrazione per i punti subiti, i placcaggi fatti ed i colpi scambiati con gli avversari, il pianto per la delusione ma la consapevolezza di avere condiviso tutto questo con i propri fratelli nello sport, insieme.

Tutti noi Marines vogliamo ringraziare gli atleti, gli allenatori, i dirigenti e gli accompagnatori che hanno reso questa stagione davvero eccellente ed in questa giornata hanno messo in luce un carattere speciale, quel tratto che ogni giorno lavoriamo per rinforzare e che costituisce il fondamento del nostro progetto: la resilienza.

“La capacita’ di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficolta’ “, questa e’ la definizione del dizionario.

Oggi abbiamo cominciato con una sveglia prima dell’alba a cui ha fatto seguito una lunga trasferta, poi a Parma abbiamo trovato un terreno difficile, inusuale, freddo e umido. L’incontro e’ iniziato nel peggiore dei modi, con l’infortunio ad uno dei nostri giocatori senior, e ben tre mete subite su passaggio. Poi ancora un’altro dei nostri senior esce di scena a fine secondo quarto per uno stiramento al polpaccio. Fine primo tempo: 22 a 8 per i padroni di casa.

I nostri atleti ed allenatori si ritrovano per riprendere il mano la partita, provati ma indomiti. La seconda frazione di gara si apre ancora con uno shock, l’ennesimo touchdown realizzato dagli ottimi ricevitori parmensi. Ci sarebbero tutti gli elementi per chiudere la faccenda e pensare gia’ alla doccia calda.

Ma i Marines non ci pensano minimamente; e cosi’, con caparbia determinazione e voglia di “continuare a combattere” , si fanno sotto con un paio di rapidi touchdowns.

Le quasi due ore di durata del terzo e quarto quarto sono fra le piu’ belle viste in questa stagione sui campi del torneo U19, con segnature che si alternano a ritmo serrato.

I nostri recuperano un fumble a 3 minuti dalla fine, sulle 45 yards avversarie, sotto 40 a 43; c’e’ il tempo per portarsi in vantaggio, ma purtroppo gli avversari intercettano un lancio e la gara termina, i Panthers conquistano la finale.

Avrete notato che abbiamo omesso i nomi all’interno dell’articolo; non possiamo mancare di rispetto al gruppo, un gruppo che vede 7 giocatori uscire dalla categoria, ma che tratterra’ ben 31 atleti per la stagione 2017. Un gruppo con un cuore grande ed un futuro fantastico!

Fight On! 2017 is coming!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...