L’editoriale di Maurizio Elisio – U16 Marines Vs ’82ers

15232131_10211208907729556_944202586610019884_n

Termina con un combattutissimo 12-0 per gli invitti Lazio Marines U 16 targati Coach Pacelli la partita di oggi contro i Napoli 82 Ers.
L’incontro disputatosi sull’ inviolato campo di Lungotevere Dante alle 14 ha visto confrontarsi due formazioni ben allenate tatticamente e tecnicamente con i padroni di casa Marines forti del consueto corposo roster che garantisce una adeguata economia delle forze durante l’incontro e i ragazzi partenopei caricati dopo la bella performance esibita un mese fa nel Bowl in casa della RSF e fiduciosi di poter compiere l’impresa di una trasferta corsara e vittoriosa.
Dopo quasi un mese di inattività i Lazio Marines hanno mostrato, al cospetto di una formazione molto coriacea e ben bilanciata, un po’ di ruggine nei meccanismi di gioco che negli incontri di inizio autunno avevano fatto brillare molte loro prestazioni.
L’attacco capitanato da un Qb oggi non in giornata di grazia non riusciva ad alternare il gioco aereo a quello su corse apparendo insolitamente monocorde con giocate su Michalak e Piol e non potendo contare sull’ efficace Armaroli oggi assente.

15284917_10211208852408173_7388628055871887743_n
La difesa 82 ers per contro seppure molto improntata al contain sul medio profondo rinunciava alla pass rush riuscendo però rimontare e placcare costantemente i running back laziali dopo guadagni non risolutivi.
La tecnica di placcaggio dei partenopei è apparsa superiore al livello medio delle formazioni sinora incontrate e così la copertura omogenea degli spazi.
L’ attacco 82 ers nel primo tempo ha tentato di risalire il campo con giocate sull’ esterno quasi sempre perfettamente tamponate dalla difesa Marines e con pass in screen operati dal robusto ma elusivo Qb ospite che spesso resisteva alla pass rush Marines e scaricava sul corto per guadagni modesti.

15230746_10211208868208568_3700303546812571263_n
In un paio di occasioni lanci sul profondo valevano interference difensive che facevano guadagnare terreno agli ospiti con drive che però esitavano in un nulla di fatto. La situazione di stallo così prodotta con attacchi sempre soccombenti di fronte a difese solide e ben organizzate esitava con un inevitabile 0-0 alla fine del primo tempo.
Nella seconda frazione di gioco Pacelli fa esordire in alcuni drive il giovane Qb Tommaso Faccenda neofita del football con 1 mese di campo e proveniente dal rugby come Leonardo Piol.
L’attacco partenopeo pur riuscendo a sviluppare discrete trame di gioco nel backfield tamponando la pressione del “solito” Andrea Loffredi non riusciva a coronare gli sforzi offensivi con una segnatura.
E’alla metà del secondo tempo che un ennesimo drive dei Marines oggi insolitamente in versione Mud and Glory riusciva letteralmente a incornare la stanca difesa ospite con due corse in modalità power football e un pallone dapprima trainato in avanti da Michalak e poi trascinato in TD da un devastante e solidissimo Piol.
Negli ultimi 2 minuti dell’ incontro gli 82 ers vedono vanificare i loro 4 tentativi con una serie di incompleti provocati da una attentissima difesa Marines.
Per contro i Laziali consumano tempo e campo con due corse di Mannato e Piol lasciando ad un inesauribile Michalak la cavalcata sulla sideline sino alla td zone per il 12-0 finale.

15241966_10211208856368272_8270026392440885169_n
Si chiude con un ennesimo successo dei Lazio Marines questo difficile e intenso incontro. E’ stata una prestazione insolita, meno ariosa e spumeggiante, meno bilanciata ed esemplare di altre eppure non priva di fascino considerando la duttilità tattica dimostrata dai giocatori e il pragmatismo del Coach.

15380282_10211208888969087_5293981963991444904_n
Pacelli in versione Mike Ditka, al cospetto di una formazione abile nelle coperture sul medio e sul profondo e di fronte alla stentata lettura dei suoi giovani interpreti ancora acerbi per garantire standard qualitativi elevati, ha optato in maniera razionale per un gioco su terra concreto e consistente, accettando molti 4 and out ma sapendo di poter contare su una grande difesa e mirando a sfinire nel lungo periodo la formazione avversaria.
Così è stato.
Sul finire dell’ incontro, dopo 3quarti di partita di perfetto contenimento degli arieti Marines, i biancocelesti hanno finalmente divelto le resistenze degli stanchi avversari siglando il doppio vantaggio e la vittoria.

15337535_10211208859048339_8289086550416081702_n

Con la vittoria di oggi su Napoli che si aggiunge a quella su Bari ed a quelle ottenute su Gladiatori, Grizzlies e Roma Scuola Football, i Lazio Marines consolidano così come nella U 19, la loro indiscussa leadership nel contesto del football U 16 del centro Italia.
Un vero peccato non poterli vedere a confronto con le formazioni di vertice del Nord, ne scaturirebbero sicuramente incontri di grandissimo livello.
In attesa dell’ attesissimo incontro di Play off Under 19 contro i Saints di Padova i Lazio Marines U16 si regalano una perfect season sotto l’albero di Natale e si preparano per un inizio di 2017 all’ altezza dei loro sogni.

Maurizio Elisio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...