La cronaca facile di una partita durata 14 minuti.

L’entusiasmo e’ quello proprio dei grandi esordi; sul pullman verso Napoli, gremito di atleti, allenatori e genitori si respira quell’aria rinvigorente fatta di gioventu’, entusiasmo e voglia di stare insieme.

Arrivati allo Stadio Collana, in pieno centro a Napoli, e’ evidente che ci sono dei problemi per i padroni di casa, organizzativi in primis: le tribune dello stadio sono inagibili e gli spogliatoi consistono di una sola stanza nella quale si affollano i trentuno convocati biancocelesti, la segnatura del campo e’ affrettata ed incompleta.

Ma poco importa, vogliamo giocare finalmente!

I nostri sono molto disciplinati, segno evidente del gran lavoro che il coaching staff sta svolgendo; il riscaldamento procede spedito, preceduto dalle foto di rito. Via al riconoscimento cartellini, e poi i capitani si incontrano a meta’ campo per il lancio della monetina; i nostri vincono e scelgono di iniziare con la difesa, tutti pronti ma… manca l’ambulanza, non si puo’ iniziare.

Dopo una mezz’ora di ritardo, ben sopportata sempre perche’ c’e’ grande voglia di giocare e chissene importa di questi disguidi, e della pioggia che ha cominciato a cadere fitta,  le squadre si schierano per il calcio d’inizio.

Monello, uno dei tanti esordienti con la Marines Camo, calcia un’alta parabola che finisce nelle mani del ritornatore centrale partenopeo; un’istante dopo, un bel tonfo sordo, di quelli che rendono unico il nostro sport, segnala il perfetto placcaggio di Alessandro Vata che atterra l’avversario.

L’attacco degli 82ers esegue un paio di lanci e poi una corsa esterna sulla quale rimonta con traiettoria perfetta Federico Sartor, sedicenne ragazzo di belle speranze; altro colpo secco ed avversario portato a terra, solo che questa volta il runningback napoletano cade male e si infortuna.

Si riprende con il calcio di allontanamento dei padroni di casa che, complice la pioggia e la pressione portata dallo special team laziale, finisce corto. Tiziano Mannato, schierato come primo bloccatore, non ha esitazioni, riceve perfettamente la palla, inverte il campo ed accelera involandosi verso la meta intoccato: 6 a zero per i Marines, che diventa 7 a zero con il calcio messo a segno da Monello.

Di nuovo al kickoff i Marines, calcio corto e pallone che rotola in mezzo ai giocatori e Marco Elisio che lo recupera in tuffo.

Entra l’attacco guidato da Giovanni Biancolella che conquista un primo down con lancio su Bardelli, poi nella nuova serie sempre il quarterback laziale lancia in end zone per Monello che non riesce a trattenere l’ovale: secondo down e… Fine partita! L’ambulanza lascia lo stadio per accompagnare in ospedale il ragazzo infortunatosi in precedenza e poi non torna in tempo utile, a termini di regolamento, per consentire il proseguo della gara.

Inutile commentare la delusione sui volti degli atleti di entrambe le squadre; e’ un vero peccato che si sia sprecata una preziosa occasione per far giocare questi ragazzi che sono il futuro dello sport e del nostro paese.

Ora attenderemo il verdetto del giudice sportivo e nel mentre ci prepariamo ad assistere all’esordio casalingo di U16 ed U19 domenica dalle 13, presso il Centro Sportivo Campus Eur, Lungotevere Dante 311, contro i Navy Seals Bari.

Fight On! Sempre, nonostante tutto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...